Gli anziani sono una delle fasce più fragili della popolazione, sono spesso affidati alle cure di altre persone e sono sempre più esposti ai rischi della crisi economica. Auser Lombardia e Casa della carità, che fin dalla sua nascita ha sempre lavorato con gli anziani della Zona 2, lo sanno da tempo. In un contesto di risorse limitate, scarsa informazione e solitudine quotidiana, una sana alimentazione è un tassello fondamentale nel mosaico del benessere psico-fisico di questi cittadini e delle loro famiglie. Soprattutto durante la stagione estiva.

Per questo, Auser Lombardia, Casa della carità e associazione Amici della Casa della carità Onlus hanno organizzato, oggi pomeriggio, l’incontro formativo “Prendersi cura delle persone fragili a tavola”. Ed è proprio in occasione di questa iniziativa che, per mano dei tre presidenti Lella Brambilla, don Virginio Colmegna e Maria Grazia Guida, è stato siglato un protocollo d’intesa biennale tra queste tre realtà del sociale lombardo.

Primo passo concreto dell’accordo è, infatti, il progetto “Invecchiare bene” che si propone di affrontare il tema dell’alimentazione delle fasce più anziane e fragili della popolazione, divulgando un’adeguata conoscenza del rapporto tra alimentazione e salute e fornendo al tempo stesso indicazioni pratiche utili alla vita di tutti i giorni. Proprio quello che è stato fatto nel corso del pomeriggio organizzato oggi nell’auditorium della Casa della carità.

Si è trattato di un momento formativo, tenuto dal dietologo Alfredo Vanotti, cui hanno partecipato anziani, famigliari, assistenti famigliari, volontari e operatori. All’iniziativa ha aderito anche Anteas Milano che ha partecipato all’incontro con il suo presidente Michele Smeraldi.

In conclusione, a tutti i partecipanti è stato distribuito il manuale informativo “Prendersi cura delle persone fragili a tavola”, per valutare i fabbisogni giornalieri degli individui e le caratteristiche dei principali alimenti. La pubblicazione, curata dal professor Vanotti e dalla collega Alessandra Freda, è stata realizzata dagli Amici della Casa della carità grazie al contributo dell’azienda di ristorazione Camst.

19 giugno 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...