I dodici mesi appena trascorsi ci hanno messi tutti alla prova: la pandemia ci ha proiettati in una dimensione inedita e per questo particolarmente difficile. 

Come Associazione Amici Casa della carità abbiamo comunque proseguito le nostre attività, nel rispetto dei limiti e delle restrizioni, a cominciare dal restare vicini alle persone fragili, soprattutto anziani soli e famiglie che vivono al proprio interno delle condizioni di disabilità. Nei mesi di confinamento abbiamo mantenuto con loro i rapporti, grazie alla nostra rete di volontari, raccogliendo e soddisfacendo le richieste di aiuto. Si è trattato principalmente di spesa a domicilio, acquisto di farmaci o prodotti sanitari (ad es. mascherine), disbrigo di qualche commissione. 

Da questa esperienza, oltre che dal pluriennale impegno a favore delle persone più avanti con l’età, è nato a fine 2020 “Curami.Tech”, un progetto ideato per assistere a domicilio persone anziane sole o in stato di necessità utilizzando le possibilità della tecnologia. L’iniziativa, messa a punto grazie all’impegno di un nostro volontario, Giovanni Santilio del Consiglio Direttivo con la collaborazione della software house Applica, è stata anche presentata al Ministero della Famiglia. Curami.Tech è una piattaforma digitale attraverso la quale viene stabilito e mantenuto un contatto diretto tra la persona anziana e l’operatore o volontario dell’associazione Amici Casa della carità. Il dialogo avviene attraverso una APP installata su un tablet lasciato in dotazione all’anziano insieme a un’apposita scheda SIM. La piattaforma mette a disposizione diversi servizi: gestione di cartelle anagrafiche e cliniche; funzioni di telecomunicazione per visite e consulti; assistenza psicologica da remoto; sostegno logistico per approvvigionamento di beni di base (spesa, farmaci, dispositivi medici); monitoraggio parametri vitali; supporto telematico per terapie riabilitative cosiddette “dolci”; chiamate di soccorso ed emergenza. Nel 2021 ci dedicheremo all’attuazione del progetto con l’obiettivo di raggiungere un centinaio di anziani che vivono nel Municipio 2.

L’altro ambito di attività che ci ha sempre contraddistinti è l’impegno a favore dei più piccoli. Non potendo più realizzare i laboratori di multiculturalità ed educazione alimentare nelle scuole, ci siamo dedicati alla messa a punto di una versione on line di “Pentole e Pirati”, il progetto che da anni portiamo nelle classi. Grazie anche alla collaborazione di CAMST, azienda di ristorazione già partner del progetto, contiamo di iniziare al più presto.

Un’altra novità del 2021 è l’inizio di una sperimentazione nell’ambito della collaborazione con l’associazione SON Speranza Oltre Noi. Amici Casa della carità ha preso in affitto un appartamento, sempre nel Municipio 2, dove avviare da subito la fase del “Durante Noi” in attesa che vengano completati i lavori di “Abitiamo il futuro”, il progetto di SON che prevede la realizzazione di nuovi edifici in grado di ospitare famiglie dove sono presenti situazioni di fragilità.

I prossimi mesi si annunciano ancora molto difficili. L’auspicio è di ritrovare il prima possibile una parvenza di “normalità”. Nell’attesa, continueremo le nostre attività sia sociali che culturali per stare vicino alle persone in sofferenza e per promuovere una cultura dell’accoglienza.

Maria Grazia Guida, presidente Amici Casa della carità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...